Categoria: Blog

Giamaica: a ritmo di reggae!

Posted By : jeditravel/ 60

Considerata l’isola più attraente dei Caraibi, la Giamaica è nota, oltre che per la sua bellezza e la sua trasgressione, per la sua musica e gli inconfondibili ritmi del reggae. Questa splendida isola dell’arcipelago delle Grandi Antille è infatti patria della musica reggae e del celebre cantante Bob Marley.

La capitale, Kingston, è una città viva e dinamica e ospita numerosi musei e splendidi edifici coloniali. Durante una visita nella capitale potrai visitare anche la casa-museo di Bob Marley, che conserva cimeli e ricordi del famoso artista. Nella parte opposta di Kingston, ad ovest dell’isola, troviamo Negril, nota come la perla dei Carabi e apprezzata per le sue spiagge lunghissime e bianchissime, lambite da un mare limpido e trasparente.

Affascinante e molto ben organizzata è anche Montego Bay, seconda città della Giamaica per numero di abitanti, famosa per la sua spettacolare barriera corallina distante 200 metri dalla costa. Centro importante è anche Port Antonio, capoluogo del distretto di Portland, situato a nord-est della Giamaica e distante circa 100 km da Kingston.

Ovunque potrai respirare la tipica atmosfera caraibica e goderti i riflessi brillanti delle acque al tramonto, magari sorseggiando un aperitivo o ballando a ritmo di reggae!

Le spiagge più belle

Come parlare della Giamaica e non citare le sue spiagge più famose! Vediamo insieme le 5 spiagge considerate le più belle dell’isola:

  1. Long Bay
  2. Negril
  3. The Caves
  4. Runaway Beach
  5. Port Antonio

Rinomata tra i turisti, Long Bay ti darà tutti gli agi che vorrai in quanto, oltre a essere una spiaggia bellissima, è completamente attrezzata con tutte le comodità che vorrai. Potrai adagiarti sulla sabbia bianchissima con un telo o su un lettino se preferisci, ma non dovresti lasciarti scappare una comodissima e dondolante amaca.

Negril è il sito balneare per antonomasia. La sabbia è chiara e finissima e le palme si stagliano alte verso il cielo disegnando buffe ombre con le chiome. L’acqua trasparente ti inviterà a fare delle bellissime nuotate tra miriadi di pesci mentre in lontananza i catamarani corrono veloci spinti dal vento. La sera, dopo il tramonto inizia la festa, parte la musica e la notte diventa protagonista con il suo divertimento.

La spiaggia di The Caves è considerata tra le più romantiche; qui, per una serata indimenticabile, potreste cenare in una grotta naturale a lume di candela: inutile dire che sia una delle cose più romantiche del mondo. La luna in silenzio sarà testimone di una notte indimenticabile.

Se ti piacciono le immersioni, allora la tua spiaggia ideale è la Runaway Beach a Ocho Rios. Qui infatti troverai incredibili fondali tipicamente tropicali e tutti da scoprire. Non mancano lettini, ombrelloni di paglia e comfort di ogni tipo, per trascorrere ore in totale relax. Il mare è sempre calmo e scandisce il tempo col dolce suono delle onde che accarezzano la riva.

Port Antonio è la spiaggia su cui Tom Cruise girò il film ”Cocktail”; probabilmente, se lo hai visto, riconoscerai la fitta vegetazione che regala un tocco di colore grazie ai fiori spettacolari. La spiaggia è famosa e incontrerai persone provenienti da ogni dove e molti locali: un posto dove la parola d’ordine è “allegria”.

Ricette dal Mondo: Il Pokè hawaiano

Posted By : jeditravel/ 158

 

• 360 g di riso per sushi
• 1 cucchiaio e mezzo di aceto di riso
• 200 g di filetto di tonno (già abbattuto)
• sesamo bianco e nero

• 4 ravanelli
• 1 avocado maturo
• 1 mango
• 50 g di spinacini
• sale delle Hawaii

• 3 cucchiai di salsa di soia
• 1 peperoncino rosso fresco
• la parte verde di 1 cipollotto

Per prima cosa cuocete il riso. Ponete il riso in un grande colino a maglie fini e sciacquatelo sotto l’acqua corrente muovendolo con le mani, fino a quando l’acqua che ne esce non sarà più biancastra. Mettetelo in una casseruola e copritelo con pari peso di acqua fredda. Mettete sul fuoco e portate a bollore. Coprite la pentola, e mettete il fuoco al minimo, cuocete il tutto per circa 12 minuti cercando di non aprire mail il coperchio. Arrivati a cottura, spegnete efate riposare cinque minuti. Nel frattempo scaldate leggermente l’aceto di riso e scioglietevi una pizzico di sale. Mescolate e aggiungete il liquido al riso sgranandolo con un cucchiaio di legno.

Tagliate il tonno o il salmone a cubetti e marinatelo per un’ora con salsa di soia, peperoncino e il cipollotto tritati, i semi di sesamo e una presa di sale delle Hawaii.

Tagliate mango e avocado a cubetti e i ravanelli a fettine sottili, mettendo tutti gli ingredienti in cioteole diverse.

A questo punto, in ogni ciotola disponete il riso e appiattitelo leggermente, disponetevi sopra i condimenti separatamente, a spicchi.

Condite la pokè bowl con un filo di salsa di soia e olio a piacere prima di servirla.

…e BUON APPETITO!!!

In vacanza a Salalah, misterioso Oman!

Posted By : jeditravel/ 185

Il Medio Oriente esercita da sempre un grande fascino sui viaggiatori di tutto il mondo, che rispondono al richiamo irresistibile del deserto, di paesaggi fantastici e di una cultura tanto distante quanto affascinante.

Il Sultanato dell’Oman è una mèta tra le preferite nella penisola arabica, un luogo dove realtà e magia si fondono indissolubilmente e dove potrai sentire sulla tua pelle le incantate atmosfere delle “mille e una notte”.

Le coste dell’Oman, bagnate dal Mare Arabico, ti garantiscono una vacanza balneare di altissimo livello, con ogni comfort, servizio e lusso che tu possa desiderare. Preparati a innamorarti dei profumi, dei panorami, dei colori e dei suoni tipici di queste terre, che nessun visitatore è più riuscito a dimenticare. Lunghe distese di sabbia bianca, castelli a picco su un mare cristallino, le sempre mutevoli dune del deserto e magiche oasi che ti invitano con il loro irresistibile richiamo: ecco la tua vacanza ideale! Benvenuto in Oman!

A sud del Sultanato, sorge Salalah, la capitale del Dhofar, ricco centro nevralgico del commercio di incenso fino al XIII secolo, prima di un periodo di decadenza che la vide essere unita al Sultanato di Muscate. Salalah è baciata dall’Oceano Indiano, protetta tutto intorno dalle montagne e accarezzata dai monsoni. Sempre più turisti vengono attratti dalle spiagge bellissime, dalle avventure nel deserto e dai siti archeologici ancora ben conservati.

Il Veraclub Salalah è il luogo ideale per il tuo soggiorno. Ci troviamo nella suggestiva baia di Mirbat, nella regione di Dhofar, proprio ai piedi del Jabel Samhan. In questa cornice meravigliosa ti aspettano 400metri di litorale diviso tra roccia e sabbia bianchissima e bagnato da acque limpidissime, dove dimenticare lo stress e ricaricare lo spirito. Uno staff di professionisti della vacanza si prenderà cura di te e di ogni tua esigenza, dandoti modo di vivere sin dal giorno del tuo arrivo la vacanza che hai sempre desiderato.

Dal Veraclub Salalah partono regolari escursioni dirette verso gli angoli più belli di questa regione così ricca di scenari paradisiaci e che ti porteranno a conoscere le bellezze di Salalah. la città più importante del Governatorato e della regione del Dhofar.

Le 5 attrazioni più famose di Salalah che non dovresti assolutamente perdere

Tra le spiagge più belle, nelle vicinanze di Salalah, c’è quella di Al Mughsail, dove il paesaggio è bello da togliere il fiato. Qui conoscerai i ”blow holes”, una sorta di geyser che sbuffano circondati da acque trasparenti e scogliere sulle quali vanno a infrangersi le onde. Un sito naturale davvero di rara bellezza.

Se non hai mai visto il deserto, è ora di rimediare. Quello di Rub Al-Khali è spettacolare. Secondo la credenza, Allah divise il mondo in 4 parti: il cielo, la terra, il mare e il deserto di Rub Al-Khali, che prese il nome de ”il quarto vuoto”. Ti troverai di fronte a una distesa di sabbia su cui si perderà il tuo sguardo, con dune altissime che possono addirittura raggiungere i 300 metri. I colori caldi disegnano uno scenario che rimarrà indelebile nella tua memoria.

Sentirai raccontare la leggenda della Città Perduta di Ubar, i cui resti sono stati rinvenuti proprio nel deserto di Rub Al-Khali. Di questa storia affascinante, si narra nel libro ”le mille e una notte” e nel Corano che spiega come la città sia stata fatta sprofondare da Allah sotto terra, a causa dei suoi imperdonabili peccati.

L’oasi naturistica di Wadi Darbat è un luogo straordinario dove percepirai la vera essenza della vita. Sarai circondato dal verde brillante delle piante che abbracciano le colline, proteggendo gli animali. Potrai scendere lungo il fiume in barca e incontrare lungo la strada, i simpatici dromedari o mucche e capre al pascolo. Un’esperienza unica!

Il museo di Al Balid, ti parlerà dei navigatori nomadi e della loro vita a bordo delle navi. Verrai rapito dalle avventure di Simbad il marinaio, famoso esploratore e parente lontano degli omaniti. Conoscerai la storia della costruzione dei cantieri navali e della loro evoluzione. Una visita decisamente interessante!

Cosa aspetti? Scegli il periodo che preferisci per partire e inizia subito a fare le valigie! Decidi di essere tu il protagonista e corri in agenzia a prenotare la tua vacanza in Oman!

Con Veratour, il Sultanato dell’Oman è più vicino di quello che pensi!

CUBA: non solo spiagge e mare…ma ancheriserve naturali con paesaggi mozzafiato.

Posted By : jeditravel/ 200

La giovialità, i colori e i profumi di Cuba, la Isla Grande, ti aspettano per farti innamorare! Cuba infatti trasuda storia e fascino. Le strade su cui si muovono macchine d’epoca, l’architettura coloniale e le tradizioni locali raccontano la storia di un Paese che sembra sospeso nel tempo. Gli abitanti sono ospitali e dall’entusiasmo contagioso, i sorrisi delle persone che incontrerai ti rimarranno impressi nel cuore come cicatrici di felicità.

La terra del ritmo, della sensualità di corpi che si muovono in armonia dentro i locali e per le strade, ti stregherà col suo fascino unico e impareggiabile. Troverai le spiagge di sabbia bianca più belle del mondo, con palme e ombrelloni di paglia, bagnate da acque cristalline e con fondali straordinari. Ma una vacanza nella patria della salsa non ti lascerà certo tempo per annoiarti: non solo giornate di relax balneare, ma anche visite a città e luoghi di grande interesse storico e architettonico e tante possibili escursioni nei siti naturali presenti sull’isola. Vediamo insieme i 5 parchi e riserve naturali più belli da visitare a Cuba.

Topes de Collantes

Il Topes de Collantes, a 800 metri sul livello del mare, è un tripudio della natura, con le cascate maestose e una biodiversità che lo rende un sito dall’elevato interesse scientifico: qui convivono tantissime specie di piante e di animali, creando un ecosistema complesso e affascinante. Che tu sia amante del trekking o meno, nel tuo viaggio alla scoperta di Cuba non può mancare una visita al Parco naturale di Topes Collantes. Le cascate, con i loro piccoli ristagni, offrono un punto di ristoro naturale dove bagnarsi e riposare. I più avventurosi possono andare alla ricerca della famosa grotta di Cuba, la Cueva Martin Infierno che, avvolta in un’aura di mistero, narra di uno schiavo che nel 1800 vi si rifugiò, ma qui trovò anche la sua fine precipitando in un baratro! In questa meravigliosa grotta, abitata da centinaia di pipistrelli, si possono vedere stalagmiti di varie forme e colori.

Sierra de Escambray

Nel cuore di Cuba questa catena montuosa, un tempo conosciuta come Guamuhaya, ti cattura tra gole e vallate, ti inebria con profumi delicati e odori pungenti, ti fa sentire libero respirando l’aria pulita e frizzante dell’altura. La Sierra de Escambray è un’area protetta che, oltre a cascate scroscianti e alte vette, custodisce l’eco di eventi e fatti del passato, legati alla storia dell’Isola. Questi luoghi infatti narrano della rivoluzione cubana, e consentono al visitatore di respirare ancora quell’atmosfera di segretezza e clandestinità: qui Che Guevara aveva installato il suo campo base, precisamente sull’altopiano Caballete de Casas.

Parco Naturale Montemar

Il Parco Naturale Montemar, nella penisola di Zapata e più o meno a metà strada tra l’Avana e Cinfuegos, è una riserva della Biosfera riconosciuta dall’UNESCO. Diversi sentieri si intrecciano per sviluppare percorsi incredibilmente belli tra cui vive il Colibrì ape, l’uccello più piccolo del mondo. Innumerevoli specie di piante tropicali, mammiferi, insetti e rettili sono protetti dalla vegetazione paludosa con cui creano una simbiosi perfetta. Potrai visitare il Criadero de Cocodrilos (allevamento di coccodrilli) e arrivare in barca fino al caratteristico villaggio aborigeno di Aldea Taìna.

Parco Nazionale di Guanahacabibes

Il Parco Nazionale della Penisola di Guanahacabibes, a Pinar del Rio, occupa la punta più occidentale dell’isola; è un pò fuori dagli itinerari turistici più battuti ma è un vero angolo di paradiso per chi ama osservare gli animali nel loro habitat naturale: diverse specie di uccelli attraversano il cielo e miriadi di pesci colorati abitano i fondali. Questo è il posto ideale per chi ama immergersi alla scoperta della vita sottomarina armato di pinne e maschere. La meraviglia dei colori, delle forme di pesci e vegetazione marina lascia senza fiato! Usciti dall’acqua, la costa che si estende quasi deserta consente lunghe passeggiate in paesaggi che catturano, con le mangrovie che “nuotano” sulle acque basse, le spiagge bianche e ampie che si aprono dinnanzi agli occhi e le rocce coralline che inebriano la vista.

Parque Nacional de Caguanes

Il remoto Parque Nacional de Caguanes, sulla costa settentrionale, è un’altro sito cubano dichiarato Riserva della Biosfera dall’UNESCO grazie alla sua natura incontaminata in cui si trovano la palude della Guayabera e le celebri grotte, che formano un sistema di caverne e gallerie collegate e che custodiscono le pitture rupestri delle civiltà preistoriche. La visita di questa riserva – meta prediletta dagli ecoturisti – può iniziare con la scoperta delle specie marine che popolano le acque calde e cristalline di questi luoghi d’incanto, per poi entrare in contatto con i vari ecosistemi e scoprire la Palude Guayabera, rifugio di tantissime e differenti specie animali. Chi lo desidera inoltre, può vivere un’intensa avventura sotterranea visitando le grotte del Parco Nazionale di Caguanes, per poi una volta tornati in superficie lasciarsi sorprendere dalla bellezza dei fenicotteri rosa che abitano indisturbati il parco.

Le nostre proposte di viaggio a Cuba: dove soggiornare

Scoprire Cuba può essere un’avventura emozionante e coinvolgente. Veratour ha ideato per te il tour “Mar y Tierra”, 9 giorni e 7 notti, in cui potrai rendertene conto di persona diventando il protagonista della tua vacanza da sogno e visitando – tra le altre attrazioni – anche alcuni dei parchi descritti in questo articolo!

Al tour potrai aggiungere anche una ulteriore settimana di vacanza nel nostro villaggio Veraclub Las Morlas situato sulla spiaggia di Varadero, considerata tra le più belle dell’isola; se invece desideri un soggiorno di solo mare e relax ti aspettiamo al Veraclub Lindamar di Cayo Largo, un’isoletta con spiagge paradisiache di fronte alla costa meridionale.

Possiamo anche personalizzare il tuo viaggio, e costruirlo in base alle tue esigente e magari… soggiornare anche nelle case particular!

Insomma abbiamo tutto quello che fa per te!

Corri a prenotare la tua vacanza, prepara le valigie e porta con te un compagno di viaggi speciale per condividere quest’esperienza straordinaria. Apri gli occhi e sogna!

 

 

New York e i suoi grattacieli più famosi

Posted By : jeditravel/ 216

A spasso tra i giganti della grande Mela: l’Empire State Building e il Chrysler Building di New York

Chiunque intraprenda un viaggio a New York è cosciente del fatto che sta per toccare con mano il mito, quello del sogno americano che tante volte ha visto sul grande e piccolo schermo. The Big Apple, la Grande Mela, è una moderna metropoli internazionale in grado di offrire ogni tipo di attrazione, di servizi e di spettacoli. E’ una città moderna, pulsante, vitale, sofisticata, ricca di opportunità e simbolo del progresso tecnologico, economico e sociale degli USA.

grattacieli sono parte integrante del fascino e del panorama architettonico di New York. Salendo sull’Empire State Building avrai modo di sperimentare personalmente la meravigliosa vista dalla piattaforma dell’86imo piano che domina su tutta Manhattan.

Sono quasi 6mila i grattacieli che costituiscono il profilo della grande mela, e quelli di oltre 180 metri sono quasi cento. Il più alto è il One World Trade Center, con i suoi 417 metri (l’antenna in cima arriva fino a 541!). C’è poi l’Empire State Building a cui fa seguito la Bank of America Tower, con i suoi 366 metri. Sono poi 319 i metri del Chrysler Building, stessa altezza del New York Times Building. A Lower Manhattan e Midtown c’è la maggiore concentrazione di questi colossi impressionanti, ma ne troverai molti anche nel Queens, nel Bronx e a Brooklyn.

L’Empire State Building

Tra i tantissimi luoghi ed edifici che visiterai, l’Empire State Building è forse il più suggestivo: con la sua architettura in art decò, svetta nella Midtown di Manhattan, tra la 5th avenue e la West 34th street ed è un vero capolavoro. L’inaugurazione risale al 1931 e i numeri del grattacielo più famoso del mondo, sono da capogiro: 381 metri di altezza, 103 piani, 254.000 mq di suolo calpestabile, 73 ascensori, ben 40.948.900 USD investiti per la sua realizzazione e 21.000 le persone che vi lavorano ogni giorno.Fino alla costruzione delle Torri Gemelle, questo era l’edificio più alto del mondo, ad oggi il primato appartiene al Burj Khalifa di Dubai, la cui struttura è stata completata il 17 gennaio 2009 ed è il più alto grattacielo del mondo (829 m).Chi non ricorda la mitica scena del film King Kong del 1933, in cui il mastodontico gorilla scala l’edificio rimanendo aggrappato al pennone mentre gli aerei militari tentano di abbatterlo? Fu proprio grazie a quella pellicola che l’Empire State Building divenne famoso.

All’interno troverai locali commerciali e uffici, ristoranti, una mostra permanente che racconta la storia della costruzione e molto altro. Rimarrai senza fiato quando, affacciandoti alla terrazza dell’ottantaseiesimo piano, avrai davanti agli occhi un panorama a 360 gradi sulla città, uno scenario che si fa fatica a descrivere a parole, così come la visuale che avrai dall’osservatorio del centoduesimo piano. Quest’ultimo, a differenza del primo, trovandosi ben sedici piani più su, è completamente chiuso ma ammirerai la grande mela in tutta la sua bellezza. Tra le tante curiosità che riguardano il grattacielo e che forse non conosci, c’è la Run Up, una maratona verticale il cui traguardo è la terrazza dell’ottantaseiesimo piano, si corre ogni anno, dalla fine degli anni ’70 e richiama sempre un gran numero di partecipanti.

II Chrysler Building

Tra gli edifici storici e grandi simboli della City da non perdere, c’è sicuramente il Chrysler Building, nell’East Side dell’isola di Manhattan.L’edificio è alto 319 metri e nel biennio che va dal 1929 al 1931 è stato il più alto del mondo, prima di cedere il primato all’Empire State Building.

Il profilo del Chrysler Building è da un secolo parte integrante del panorama newyorkese e ne è uno dei maggiori esempi di Art Decò. Oltre agli uffici della Chrysler, anche Channel 2 ha avuto la sua sede nell’edificio. Durante la sua lunga storia il Chrysler Building è divenuto proprietà dell’imprenditore immobiliare William Zeckendorf, della Massachusetts Mutual Life Insurance Company, di Jack Kent Cooke, della Travelers Insurance Group e infine della finanziaria TMW che nel 2001 ne acquistò il 75% per 300 milioni di dollari. Dal 2008 invece, il proprietario di maggioranza è l’Abu Dhabi Investment Council che ha rilevato il 90% della proprietà per 800 milioni di dollari (il 10% è invece in mano alla Tishman Speyer Properties).

E’ stato eletto da una giuria di architetti, ingegneri storici dell’arte, avvocati, studenti e critici come “il più bel grattacielo di NY” nel 2005 e nel 2007 venne inserito nella America’s Favorite Architecture dalla American Institute of Architects.

Veniamo ora all’aspetto di questa straordinaria opera architettonica. Il colore dominante dell’intera struttura è il grigio, con le superfici argentee e metalliche delle cornici che danno luogo a un affascinante contrasto con il rivestimento di mattoni. La parte inferiore è caratterizzata da un basamento di 31 piani sul quale poggia la parte mediana del grattacielo, lunga 170m e che arriva fino al 61imo piano. Da qui inizia un’altra parte di forma quadrangolare, più stretta e dalle pareti che terminano ad arco. La cuspide è ovviamente in cima a tutto questo ed è stata realizzata con speciale acciaio proveniente dalla tedesca Krupp. La sommità della cuspide ospita la spettacolare guglia che funge sia da antenna che da parafulmine. Avvicinandoti all’ingresso lungo la Lexington Avenue, potrai notare l’alto portale di fronte all’atrio, altro esempio di Art Decò. I soffitti sono caratterizzati dal marmo rosso e vengono esaltati dalle lampade stile Decò, come il metallo e il mogano utilizzati come materiale per la costruzione. Per salire ci sono ben 8 ascensori riccamente ornati con motivi che richiamano gli stemmi araldici presenti sul corpo principale del grattacielo.

Scegliendo New York come destinazione, ti aspetta un viaggio che non potrai mai dimenticare. Con Veratour il mito a stelle e strisce è un sogno che diventa realtà.

Scegli il periodo migliore per partire e inizia a fare le valigie! L’America ti aspetta!

In vacanza alle Maldive – Atolli e spiagge da non perdere

Posted By : jeditravel/ 297

Nel cuore dell’Oceano Indiano, un gruppetto di atolli ti fanno respirare un’aria da sogno a occhi aperti: le Maldive, isole tropicali incontaminate.

Come immagini la tua vacanza ideale? Spiagge di bianca e soffice sabbia, palme e natura incontaminata, lagune turchesi e fondali da scoprire? La meta giusta sono le Maldive!

Alle Maldive la terra e il mare si incontrano dando vita a un vivere semplice dove cercare e trovare l’essenza delle cose. Un luogo da amare e vivere in piena spensieratezza, grazie al fatto che la qualità del turismo e dei servizi per i viaggiatori è davvero alta. Qui le comunità locali, soprattutto di religione musulmana, vivono placidamente la loro vita senza essere toccati da “contaminazioni” turistiche e tu viaggiatore potrai conoscere la vita locale per mezzo di tour guidati. Potrai ad esempio guardare con i tuoi occhi come si trascorre la giornata in un villaggio di pescatori o fare una breve conoscenza con la “vita usuale” delle Maldive e poi tornare alla beatitudine e bellezza del mare e alla pace delle spiagge.

Sono tante le attività a cui potrai dedicarti durante la tua vacanza alle Maldive, sicuramente sarà interessante dedicare il tuo tempo alle immersioni e allo snorkeling per ammirare la varietà di forme di vita e colori. Osserva da vicino la vastità della barriera corallina, rimani incantato di fronte ai colori brillanti di pesci e piante che vivono laggiù, assapora il sapore del silenzio naturale.

Veratour ti consiglia sei spiagge e atolli da non perdere nella tua vacanza alle Maldive.

Atollo di Dhaalu

L’atollo di Dhaalu è situato nella parte occidentale dell’arcipelago maldiviano. Piccola curiosità: i suoi abitanti sono famosi in tutto il mondo arabo come abili artigiani e gioiellieri. E’ composto da 56 isole e offre la possibilità di esplorare paesaggi marini e sottomarini tra i più incontaminati di tutte le Maldive. La barriera corallina circonda l’intero atollo, e i suoi fondali sono molto apprezzati dagli appassionati di sub per la grande varietà di pesci e coralli. La vegetazione lussureggiante e la laguna interna dalle acque turchesi ne fanno un vero paradiso naturale, in diversi punti dell’atollo sono inoltre frequenti gli avvistamenti dei delfini.

Atollo di Baa

L’atollo di Baa, nome originale Maalhosmadulu South, è un atollo formato da 13 piccole isole abitate e numerosi isolotti disabitati che si susseguono e che preservano vari tipi di barriera corallina e dove potrai meravigliarti nell’incontro ravvicinato con le gigantesche tartarughe marine che animano questo luogo da sogno. Tra le isole più conosciute dell’atollo Eydhafushi, nota per la tessitura del feyli, un pareo da legare in vita usato indistintamente da uomini e donne, e Thulhaadhoo, famosa per le ceramiche laccate.

Atollo di Malè

Comunemente chiamato dai Maldiviani Kaafu, anche se il nome originale è Malè Atoll, spesso suddiviso in Malè Nord e Malè Sud, preserva alcune delle spiagge più belle al mondo; l’atollo con le sue numerose isole ospita una bellissima barriera corallina che rende il luogo rinomato tra i turisti che amano la natura e amano praticare immersioni. Lasciati catturare dai panorami mozzafiato durante il tramonto e goditi la tua vacanza immerso nelle acque calme e cristalline.

Atollo di Faafu

Nome orignale Nilandhe Atoll North, l’atollo di Faafu è particolarmente indicato per una vacanza all’insegna del relax. La sua capitale, Nilandhoo, è uno dei più grandi siti archeologici delle Maldive, con la presenza di un antico tempio che si presume abbia origini Hindu. Le sue spiagge si mostrano ai tuoi sensi nella natura più vera e incontaminata e il mare dal colore del cielo custodisce una barriera corallina che arriva fino alla riva.

Atollo di Ari

L’atollo di Ari, situato ad ovest della capitale e composto da 82 isole, è suddiviso in Alifu Dhaal a sud e Alifu Alifu a Nord, chiamati Ari Sud e Ari Nord. L’atollo di Ari è forse il più conosciuto e frequentato dai viaggiatori che amano praticare le attività di immersione. Qui potrai nuotare con i pesci tropicali e scoprire i meravigliosi colori che i fondali marini nascondono. Anche se non sei un subacqueo esperto, riuscirai comunque ad ammirare il popolo del mare delle Maldive già a un metro di profondità.

Atollo di Rasdhoo

L’atollo di Rasdhoo si compone di 3 isole principali, Rasdhoo che dà il nome all’atollo, l’isola di Kuramathi e la piccola Veligandu nella parte più orientale. Una vera chicca delle Maldive, perfetto per chi ama la calma e la quiete. Questo è un atollo di piccole dimensioni che ti coccola con la sua sabbia candida e bianca e un mare dal colore blu intenso.

Dove soggiornare

Grazie a Veratour, sull’atollo di Dhaalu troverai il villaggio dei tuoi sogni: il Veraclub Aaaveee Nature’s Paradise. Il nome Aaaveee la dice tutta: in maldiviano significa “rinascita” e questa piccola isola è un vero paradiso naturale dove rinascere a nuova vita. Costruito esclusivamente con materiali ricavati dall’isola stessa, il Veraclub è completamente immerso in una vegetazione ricchissima e variegata, dominata da palme alte fino a venti metri e da un ultracentenario e spettacolare Banyan Tree; la laguna, poi, ti mozzerà il fiato! Abbandona pure le scarpe per tutto il resto della vacanza, perché qui al Veraclub Aaaveee Nature’s Paradise si vive giorno e notte a piedi nudi, immersi nella natura, in un’atmosfera informale e rilassante che non si dimentica facilmente.

Il quadro è pronto, lo sfondo è dipinto, manchi solo tu… il protagonista! Non sognare, vivi con Veratour il tuo viaggio da sogno alle Maldive presso il Veraclub Aaaveee Nature’s Paradise.

 

Contattaci per ulteriori informazioni!

 

 

Chicago:Tutta colpa di una mucca!

Posted By : jeditravel/ 322

Tutta colpa, o meglio merito, di una mucca. La quale, sventurata, nel 1871 rovesciò una lanterna: fu la scintilla che scatenò un incendio di proporzioni gigantesche. L’industriosa Chicago alla fine dovette contare 17.000 edifici distrutti. In poche parole: una città rasa completamente al suolo. Ora, quella che all’epoca dovette sembrare – e in effetti fu – una catasrofe, si trasformò in una grande chance per la capitale dell’Illinois: la ricostruzione portò in città architetti dalle idee innovative, che ridisegnarono il volto della metropoli. La quale, tra l’altro, era in grande competizione con New York City per vincere il titolo di “più bella del reame”

Il risultato è sotto gli occhi di tutti…una città che ha avuto uno straordinario sviluppo verticale, con grattacieli che sono la summa perfetta dell’architettura del Novecento.

I nostri esperti Usa sono a vostra disposizione per costruire insieme a te il viaggio perfetto!

Ricette dal Mondo: Il Pad Thai

Posted By : jeditravel/ 355

Tempi:

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti

Ingredienti:

  • Noodles: 350 gr
  • Gaberetti: 300 gr
  • Anacardi: 15 gr
  • Zucchero: 40 gr
  • Uovo: 1
  • Peperoncino: 2
  • Salsa di Soia: 1 cucchiaino
  • Aglio: 2 spicchi
  • Germogli di soia: 70 gr
  • Scalogno: 1
  • Olio di Arachidi: qb

Procedimento:

Il Pad Thai è un piatto tipico della sud est asiatico, ma più precisamente può essere collocato in Thailandia dove si può mangiare la versione originale e le sue numerose varianti. Possiamo trovare quello di pesce o di carne, piccante o normale e con spezie di ogni genere. Questa è una versione buonissima e con ingredienti facili da reperire nei nostri supermercati.

In una padella scaldare la salsa di soia, il peperoncino insieme allo zucchero, fino a quando quest’ultimo non si sarà sciolto del tutto.

Tritare lo scalogno, l’aglio e soffriggere in una seconda padella con l’olio di arachidi.
Aggiungere i gamberetti o il condimento principale che preferite (per es. pollo o calamari) e cuocere per qualche minuto.
Versare anche la salsa precedentemente preparata e dopo due minuti i noodles. A questo punto aggiungere un uovo e mescolare per amalgamare il tutto,  tritare gli anacardi e spremere il succo di mezzo lime.

A questo punto aggiungere un uovo e mescolare per amalgamarlo ai noodles, tritare gli anacardi e spremere il succo di mezzo lime.

Aggiungere i peperoncini e i germogli di soia , cuocere altri due tre minuti e poi servire caldo e… BUON APPETITO!

Minorca – Un rifugio accogliente e misterioso…

Posted By : jeditravel/ 367

Adagiata nel Mar Mediterraneo, Minorca è una delle quattro isole che compongono l’arcipelago delle Baleari. L’isola gode di uno dei migliori climi di Spagna, con estati calde e inverni miti ed è una località piacevole, adatta proprio a tutti, sia alle famiglie che alle coppie che hanno voglia di trascorrere una vacanza a Minorcatra spiagge, mare e relax.

Oltre che per il suo mare caraibico e le sue bellezze naturali, Minorca vanta un fascino particolare, dovuto anche alle architetture signorili di località come Mahon, la capitale, situata su una scogliera che si affaccia su un grande porto. I suoi palazzi georgiani sono la testimonianza del suo antico passato. Il fascino dell’architettura inglese lo troviamo anche nel piccolo centro turistico Es Castell, paese dove le tracce della dominazione britannica del XVIII secolo sono ancora più evidenti. All’estremità occidentale di Minorca troviamo Ciutadela, seconda città più importante dell’isola e famosa per il suo centro storico caratterizzato da edifici moreschi.

Altri centri da visitare sono FerreriesEs Mercadal ma anche Alaior è un centro di grande interesse, noto per la sua storia e le sue tradizioni e anche per le bellissime spiagge.

Jedi News

Posted By : jeditravel/ 383

USS Arizona Memorial

l’USS Arizona Memorial resterà chiuso fino a settembre 2019, causa lavori.

Le escursioni a Pearl Harbour non includeranno quindi l’USS Arizona Memorial.

Il Parco Nazionale di Pearl Harbour rimarrà comunque accessibile ai turisti.
Le visite saranno limitate alla zona di terraferma e

il ticket di ingresso includerà un film documentario di 25 minuti
e un tour guidato della Battleship Row.